Homearrow-lightGray-rightCompanyarrow-lightGray-rightEticaarrow-lightGray-rightPartnership AIFO

Partnership AIFO

Interagire con la collettività, trattare l’ambiente che ci circonda con rispetto e con la volontà di contribuire a creare un mondo migliore, sono gli obiettivi della Telcom e rappresentano i principi che ispirano le nostre scelte. Il nostro impegno è quindi costantemente rivolto alla creazione di benessere generale per la comunità in cui operiamo e, in particolar modo per le generazioni future. Per questo motivo siamo particolarmente attivi nella ricerca di soluzioni armoniche sia sotto il profilo ambientale che sociale, ed abbiamo dato vita ad un progetto imprenditoriale integrato e responsabile nei confronti del contesto in cui siamo inseriti.

L’organizzazione non governativa AIFO

Nel 2003 Telcom ha attivato un rapporto di partnership con l’Organizzazione non governativa AIFO finalizzata alla cooperazione per lo sviluppo e la tutela sanitaria internazionale. La scelta di legarsi ad un’organizzazione come quella dell’AIFO dando vita al progetto “Acquarius - acqua per la vita” ci ha visti impegnati nella concretizzazione di differenti programmi a sostegno della stessa, nascendo dalla consapevolezza che la nostra Azienda, non può prescindere da iniziative che non siano esclusivamente legate al business e che, per questo, debba offrire un contributo alla risoluzione di problemi di carattere mondiale. Riteniamo, quindi, sia un dovere rispettare il mondo in cui viviamo comportandoci in maniera responsabile e agendo con integrità morale.
La scelta di offrire il nostro contributo all’AIFO è nata dalla volontà di collaborare con un’unica organizzazione impegnata su scala mondiale, che abbia obiettivi concreti per contribuire allo sviluppo di aree disagiate, al sostegno e alla tutela dell’infanzia ed alla educazione alla interculturalità.
Nel 2007 si è avuto il completamento del Progetto “Acquarius - acqua per la vita” che ha visto la collaborazione tra la Telcom Spa e l’Associazione nazionale AIFO di Bologna in accordo con il Ministero della Sanità locale per la costruzione di 8 pozzi d’acqua potabile e per la riparazione di 36 fonti d’acqua nelle comunità rurali della provincia di Nampula in Mozambico, allo scopo di facilitare le condizioni di approvvigionamento da parte della popolazione locale di acqua potabile, per un miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie di circa 30.000 persone. Il Monzambico è collocato fra i cinque Paesi più poveri al mondo ed è molto arretrato relativamente alla speranza di vita alla nascita, all’alfabetizzazione e alla percentuale di popolazione che vive ogni giorno al di sotto della soglia di povertà. L’impegno della Telcom è di primaria importanza per le attività sanitarie del luogo infatti la possibilità di usufruire di risorse idriche determinerà un incremento del livello qualitativo del servizio sanitario locale. Il gesto compiuto dalla Telcom dimostra di voler sostenere concretamente i valori della centralità della persona, della gratuità e della responsabilità nei confronti dei soggetti più deboli dei Paesi in via di sviluppo.

 
 
Privacy Policy